• Home > Museo Nazionale Archeologico di Taranto - MArTA

Musei, gallerie e pinacoteche


Museo Nazionale Archeologico di Taranto - MArTA


  • Gli Ori
    Ph. Pugliapromozione
    Gli Ori
  • Esposizione
    Ph. Andrea Ruggeri
    Esposizione

Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto, il Marta, racchiude una delle più importanti raccolte archeologiche d’Italia e ha sede nell’ex Convento di San Pasquale di Babylon, nei pressi dei Giardini di piazza Garibaldi.
 
Le sale dei piani rialzati sono oggi il regno dell’archeologia, con oltre duecentomila reperti e manufatti che vanno dalla Preistoria al Medioevo: il percorso di visita segue un ordine cronologico a partire dal V millennio a.C. I primi contatti degli indigeni iapigi con il mondo egeo precedono la colonizzazione spartana del Golfo di Taranto, mentre si ammirano oggetti di vita quotidiana, legati al culto e ai rituali funebri della città greca.
 
Anche i cambiamenti sopraggiunti con l’arrivo dei romani si dipanano tra sculture e terrecotte figurate, utensili e oreficerie d’ogni genere. A questo proposito, da non perdere è l’incredibile tesoro degli Ori di Taranto, vera e propria antologia dell’arte orafa di età ellenistica con numerosi manufatti appartenenti a corredi funerari. 


 

  • Un po' di storia

    La raccolta pubblica dei reperti archeologici di Taranto fu avviata alla fine dell’800 con il Deposito di antichità. Il museo, istituito nel 1887, è oggi allestito negli ambienti dell’ex Convento di San Pasquale di Babylon, costruito poco dopo il 1750. Le collezioni sono in continuo accrescimento grazie agli scavi che periodicamente interessano il territorio. 

  • Architettura

    Il settecentesco Convento di San Pasquale di Babylon fu ingrandito e risistemato in varie fasi a partire dal 1903, con la ricostruzione delle facciate su progetto di Guglielmo Calderini. L’ala settentrionale fu ideata da Carlo Ceschi e realizzata dal 1935 al 1941. Sottoposto a un radicale restauro nel gennaio 2000, il complesso è stato riaperto al pubblico il 20 dicembre 2007.

  • Collezioni

    Le sale dedicate alla città greca comprendono un’ampia esposizione di reperti, dai corredi funerari alle oreficerie. Nelle sale dedicate a Taranto romana, lo splendore della città è testimoniato dalla statuaria e dai pavimenti a mosaico di età imperiale. Taranto fra tardoantico ed età bizantina è invece documentata attraverso reperti quali la “domus” di casa Basile e le oreficerie.

  • Opere principali

    I celebri Ori di Taranto comprendono anelli con sigillo, bracciali, diademi in oro e pietre dure, orecchini a navicella e a testa di leone, uno schiaccianoci e altri pregevoli tesori.

    Da vedere i mosaici pavimentali delle ville, le sculture in marmo e bronzo, ceramiche e alcuni esempi di architettura funeraria.

    Nella Pinacoteca del museo si ammirano anche importanti dipinti di scuola napoletana. 

Via Cavour 10 74100 Taranto +390994538639 Scrivici Chiedi di Nova Apulia Soprintendenza dei Beni Archeologici di Taranto

Ticket

Ticket € 5

Gratis per Bambini, Disabili, Accompagn. disabili

Ridotto a 2.5€

Servizi

Accettazione gruppi, Attività didattiche, Bar - Punto ristoro, Biglietteria, Guardaroba, Merchandising , Sala congressi, Servizi Igienici e docce, Visite guidate, Welcome Desk

Consigliato al turista che viene in Puglia per...

scoprire l'arte, la storia e la cultura  -  partecipare a congressi ed eventi
SCELTI PER TE
  • Un’immersione nella Puglia sotterranea alla scoperta di tesori d’arte, grotte e frantoi...

LASCIATI ISPIRARE

INIZIA IL TUO VIAGGIO DA QUI