• Italiano
  • HOME FAQLOGIN
    Hai dimenticato la password? Clicca quiRegistrati
    • Home > Pane di Altamura DOP
    visualizza sulla mappa map

    Pane di Altamura DOP

    Pane di Altamura

    Di origini antichissime e legato al mondo e alle tradizioni contadine dell’Alta Murgia, il pane di Altamura è particolarmente apprezzato per la sua capacità di resistere morbido, fragrante e gustoso per giorni e giorni.

    Il metodo di lavorazione e gli ingredienti sono ancora quelli utilizzati in passato: impasto di semola di grano duro rimacinata delle varietà appulo, arcangelo, duilio e simeto; lievito madre chiamato anche pasta acida, sale marino e acqua. La lievitazione è di tipo naturale e la cottura avviene in forni a legna.

    La pagnotta dal caratteristico profumo ha un peso non inferiore a 0,5 Kg e presenta due forme tradizionali: la prima, denominata localmente “U sckuanète” (pane accavallato),  è alta e accavallata; l'altra, localmente detta “a cappidde de prèvete” (a cappello di prete), è di forma bassa e circolare.

    Bookmark and Share

    Contattiespandi/comprimi

    Marchio di tutela: Denominazione di Origine Protetta
    Presente nei comuni: Altamura (BA)

    Caratteristicheespandi/comprimi

    Abbinamenti - Come si consuma:

    Il pane di Altamura può essere apprezzato per accompagnare pietanze, da solo o bagnato con un filo di olio extravergine. Alcune ricette consigliano l’utilizzo del pane raffermo abbinato con verdure ed oli locali, come ad esempio nella “Cialda” e calda o fredda o nella “Zuppa povera”. Altre, con pane abbrustolito, come il “pane in carrozza” e la “fetta Francesca”, accompagnano il pane con alimenti più ricchi.


    Come si Riconosce:

    Il prodotto finito è confezionato in termodetraibile microforato con etichetta riportante: elenco degli ingredienti, ditta di produzione, data di scadenza, contrassegno. In alternativa senza alcun involucro, con l’apposizione sul prodotto finito di un bollino in materiale biologico riportante le caratteristiche prima elencate e la dicitura “Pane di Altamura”. Sulle etichette dovrà comparire il contrassegno allegato, da utilizzare in modo inscindibile con la denominazione di origine protetta.


    Quando si Trova:

    Tutto l'anno


    Note:

    In passato il pane era impastato in casa e portato al forno dove, prima della cottura, veniva marchiato a fuoco con un ferro recante le iniziali del capofamiglia che aveva prodotto la pasta.


    Approfondimentoespandi/comprimi

    -

    Fonti: A cura della redazione
    Data aggiornamento: 10/03/2014