• Italiano
  • HOME FAQLOGIN
    Hai dimenticato la password? Clicca quiRegistrati
    • Home > Gioia del Colle DOC
    visualizza sulla mappa map

    Gioia del Colle DOC

    Uve (Archivio Retecamere)

    Il Gioia del Colle DOC offre le versioni Bianco, Rosso, Rosato, Primitivo, Aleatico Dolce e Aleatico Liquoroso Dolce.
    Il Rosso, ottenuto da Primitivo, Malvasia Nera, Montepulciano, Sangiovese, Negramaro come il Rosato, ha colore rosso rubino, odore vinoso, profumo distintivo, fruttato con sentori di prugne secche, e gusto secco, corposo, equilibrato.
    Il Rosato è rubino delicato, odore dolcemente vinoso, profumo fruttato se giovane, e sapore asciutto, fresco e gradevole.
    Il Bianco, da vitigno Trebbiano, color paglierino, ha odore gradevole, fruttato e delicato, e sapore asciutto e fresco.
    Il Primitivo, ottenuto dall’omonimo vitigno, ha invece colore rosso tendente al violaceo e all’arancione con l’invecchiamento, di l’aroma leggero e sapore gradevole.
    L’Aleatico Dolce, ottenuto da vitigni Aleatico, Negramaro, Malvasia Nera e Primitivo, è rosso granato, che tende all’arancione con l’invecchiamento, di aroma delicato, sapore intenso moderatamente dolce, mentre il Liquoroso è di aroma delicato e sapore pieno.

    Bookmark and Share

    Contattiespandi/comprimi

    Marchio di tutela: Denominazione di Origine Controllata
    Presente nei comuni: Acquaviva delle Fonti (BA) - Adelfia (BA) - Altamura (BA) - Casamassima (BA) - Cassano delle Murge (BA) - Castellana Grotte (BA) - Conversano (BA) - Gioia del Colle (BA) - Grumo Appula (BA) - Noci (BA) - Putignano (BA) - Rutigliano (BA) - Sammichele di Bari (BA) - Sannicandro di Bari (BA) - Santeramo in Colle (BA) - Turi (BA)

    Caratteristicheespandi/comprimi

    Abbinamenti - Come si consuma:

    Il Rosso si accosta a preparazioni alquanto strutturate, quali le orecchiette al ragù di carne, la trippa, le braciole pugliesi e l’agnellone al forno. Il Rosato accompagna bene gli antipasti a base di salumi crudi. Il Bianco si adatta alle verdure crude in pinzimonio e le uova al burro. Il Gioia del Colle Primitivo accompagna splendidamente risotti saporiti. La frutta secca è invece l’alimento ideale per gustare al meglio l’Aleatico Dolce e, per la versione Liquoroso, sono consigliati i formaggi a pasta dura.


    Come si Riconosce:

    L’etichetta deve riportare, oltre alla menzione della Denominazione di Origine Controllata, anche tutte le altre indicazioni previste dalla legge: regione di provenienza; denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica di coltivazione; volume nominale del vino; nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; numero e codice imbottigliatore; nome dello Stato; indicazione del lotto; indicazioni ecologiche.


    Quando si Trova:

    Tutto l'anno


    Note:

    Il Rosso va servito a circa 16-18°C in calici per vini rossi giovani e consumato entro due-tre anni dalla vendemmia. Il Rosato va degustato a una temperatura 12-14°C, in calici ampi e aperti. Il Bianco va servito in calice svasato a una temperatura consigliata di 10-13°C. Il Gioia del Colle Primitivo va servito in calici allungati. Per l’Aleatico dolce e il Liquoroso si consiglia la degustazione in piccoli calici che concentrano i profumi e gli aromi.


    Approfondimentoespandi/comprimi

    -

    Fonti: A cura della redazione
    Data aggiornamento: 14/07/2010